ALESSANDRO

SILENZIO…
PER NON URLARE DI DISPERAZIONE
 
di lisio thumb.jpg
 
re216y96X_20090716.jpg
ansa.libero.it
La salma del caporalmaggiore Alessandro Di Lisio
 
ALESSANDRO DI LISIO
Campobasso, 15 maggio 1984 – Strada 517, Afghanistan, 15 luglio 2009
 
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

3 risposte a ALESSANDRO

  1. Katia ha detto:

    e come si fa a pensare che si va in missione di pace e si finisce per morire in guerra?e come si fa a lenire il dolore di una madre e di un padre che hanno messo in quel figlio la loro vita…e come si fa a invecchiare vedendo il viso di tuo figlio che resta sempre giovane…la lingua italiana è strana… un figlio rimane orfano di padre o di madre…..ma un genitore… non ha una parola da avvicinare ad un lutto così innaturale… non esiste in natura l\’idea che un figlio venga a mancare prima di chi lo ha messo al mondo… anche la lingua si astiene….grazie per aver portato alto l\’onore del tricolore e aver cercato di portare la pace in un posto di guerra…il mio migliore amico fa questo mestiere… nei suoi occhi dopo ogni missione di pace un mare di tristezza e di dolore… un mare di bambini che cresceranno con la guerra in testa e poche mani che tendono loro l\’acqua…una lacrima scende giù per te alessandro e neanche ti conosco… ma in queste lacrime ci sono tutti coloro come te che hanno perduto la vita per dare speranza.giusy… un bacione

  2. Fausta ha detto:

    Cara Giusy, che piacere rileggerti…….. ma che tristezza che sia per un fatto così doloroso!!!!Anche io credo che il silenzio sia il più grande atto d\’amore e il modo migliore per onorare un ragazzo ligio al suo dovere di militare ma che diceva – con grande consapevolezza – questo è uno sporco lavoro…..Ultimamente ho poco tempo per il computer, e forse anche poca voglia, per cui quando ci sono vado a cercare le sole persone che ho nel cuore in modo particolare. Per un po\’ non ti ho vista…… spero che tu fossi in vacanza!Ti abbraccio, Giusy, con tutto il mio affetto.P.S. come sta il babbo?

  3. Giusy ha detto:

    "In pace i figli seppelliscono i padri, mentre in guerra sono i padri a seppellire i figli." (Erodoto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...