LA RISPOSTA ITALIANA ALLA LEZIONE FRANCESE: GABRIELE D’ANNUNZIO

Il verso è tutto.

Nella imitazione della Natura nessuno istrumento d’arte è più vivo, agile, acuto, vario, multiforme, plastico, obbediente, sensibile, fedele.

Più compatto del marmo, più malleabile della cera, più sottile d’un fluido,

più vibrante di una corda, più luminoso d’una gemma, più fragrante d’un fiore,

natura02.jpg

http://www.creastacocosului.ro

più tagliente d’una spada, più flessibile d’un virgulto, più carezzevole d’un murmure, più terribile d’un tuono,

natura_19.jpg

www.akiraweb.it

il verso è tutto e può tutto.

Può rendere i minimi moti del sentimento e i minimi moti della sensazione;

può definire l’indefinibile e dire l’ineffabile;

Poesia-della-natura-Moschini-5454-737213.jpg

www.paolomoschini.it

può abbracciare l’illimitato e penetrare l’abisso;

può avere dimensioni d’eternità;

può rappresentare il sopraumano, il soprannaturale, l’oltremirabile; può inebriare come vino, rapire come un’estasi;

può nel tempo medesimo possedere il nostro intelletto, il nostro spirito, il nostro corpo; può, infine, raggiungere l’Assoluto.

infinito.jpg

spazio.libero.it

Un verso perfetto è assoluto, immutabile, immortale;

tiene in sé le parole con la coerenza di un diamante;

chiude il pensiero come in un cerchio preciso che nessuna forza mai riuscirà a rompere; diviene indipendente da ogni legame e da ogni dominio;

non appartiene più all’artefice, ma è di tutti e di nessuno, come lo spazio, come la luce, come le cose immanenti e perpetue.

van_gogh_notte_stelle-b.jpg

www2.rsi.ch

Un pensiero esattamente espresso in un verso perfetto

è un pensiero che già esisteva preformato nella oscura profondità della lingua.

Estratto dal poeta, sèguita ad esistere nella coscienza degli uomini.

Maggior poeta è dunque colui che sa scoprire, disviluppare, estrarre un maggior numero di queste preformazioni ideali.

ilpiacere.jpg

www.marconibari.it/SitoJoomla

Quando il poeta è prossimo alla scoperta d’uno di tali versi,

è avvertito da un divino torrente di gioia

che gli invade d’improvviso tutto l’essere"

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

3 risposte a LA RISPOSTA ITALIANA ALLA LEZIONE FRANCESE: GABRIELE D’ANNUNZIO

  1. Fausta ha detto:

    Magico! Trasmette a noi tutta l\’energia, a poesia, la profondità, la gratuità della poesia….

  2. Giusy ha detto:

    La magia che può evocare la parola, è magistralmente espressa dal Poeta in questo passaggio de "Il piacere".Confrontiamolo con l\’uso che si fa oggi…della parola…Che strazio…Notte, Fausta

  3. cielo ha detto:

    A volte passo da te, mi diletto a leggete e, in genere, non commento. Trovando qui la citazione di D\’annunzio non posso non esprimere la mia gioia. Ho ancora vivo il ricordo dei tempi della maturità, quando, contrariamente al buon senso comune e alle indicazioni di insegnanti e compagni, mi rifiutai di preparare, come "argomento a piacere", uno degli inflazionati Manzoni o Leopardi (per quanto grandi), e optai per D\’Annunzio e il Decadentismo…. con grandissima soddisfazione mia e, successivamente della commissione d\’esame. D\’Annunzio è probabilmente uno dei più grandi geni letterali, purtroppo conosciuto più per il suo stile di vita e per le idee politiche e meno per la sublime e toccante sua poetica. Magia, magia che evoca e trascende le stesse sensazioni ed emozioni.Grazie Giusy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...