Foibe – La congiura del silenzio

 

foibe_eng_2.gif

www.telealtobut.it

“La menzogna è il volto stesso del demonio.”
Victor Hugo – I Miserabili

foibe13-1.jpg

319.splinder.com

"Dobbiamo assumerci la responsabilità di aver negato o teso a ignorare la verità, per pregiudiziali ideologiche e cecità politica,

e di averla rimossa per calcoli diplomatici e convenienze internazionali”.

recupero5.jpg
La congiura del silenzio

fu la fase meno drammatica ma ancor più amara e demoralizzante dell’oblio.

Per fortuna abbiamo posto fine a un non giustificabile silenzio”.

Presidente Giorgio Napolitano

pubblicazione1foibe2mv7.jpg

ilcerchioelacroce.spaces.live.com

 

« La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale

"Giorno del ricordo"

al fine di conservare e rinnovare la memoria

della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Nella giornata […] sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado.

È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende.

Tali iniziative sono, inoltre, volte a valorizzare il patrimonio culturale, storico, letterario e artistico degli italiani dell’Istria, di Fiume e delle coste dalmate, in particolare ponendo in rilievo il contributo degli stessi, negli anni trascorsi e negli anni presenti, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica

ed altresì a preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti nel territorio nazionale e all’estero. »

(legge 30 marzo 2004 n. 92)
foibe2.jpg
 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Foibe – La congiura del silenzio

  1. Candy ha detto:

    Visto che sono di sinistra ho avuto l\’occasione (occasione? Io mi sono sconvolta..) di parlare con molti compagni dell\’orrore delle foibe..Adesso vorrei, se posso, esprimere la mia opinione: forse ho avuto la fortuna e il dolore di ascoltare la testimonianza di una persona cara che questa carneficina la vissuta sulla sua pelle perdendo molti amici e compagni di vita..fatto che sta che mi sono schifata a sentire ragazzi e ragazze (non pochi purtroppo) che negavano di fatto che fossero morte migliaia di persone ma "solo qualche fascista infame" dimenticando (dimenticando?) che molte, moltissime furono le vittime innocenti, da una parte e dall\’altra, che subirono questa infamia e questa violenza inaudita..vittime che devono essere ricordate da tutti a prescindere dal colore politico, senza strumentalizzazione nè da una parte nè dall\’altra.

  2. Fausta ha detto:

    Il Preside della scuola media di Roma, dove studiavo, era un profugo giuliano…. abbiamo fatto forse uno dei primi scioperi nella scuola per Trento e Trieste. Ci raccontò della sua famiglia, delle persone a lui care che non erano mai più tornate, delle quali non si sapeva nulla…. Ci portò "in gita scolastica" (lo metto tra virgolette perchè, anche se chiamata così, non aveva proprio nulla della gita) al cimitero di Redipuglia…. c\’era un\’atmosfera di commozione così forte!….. Avevamo 13, 14 anni, avevamo sentito la guerra sulla nostra pelle….. perchè ora i giovani (non tutti, per fortuna, anzi forse solo una minima parte..ma fa tanto rumore…) sono così insensibili a tutto quello che non è fuga, sballo, superficialità? Eppure sono i figli, i nipoti di quella generazione…..dove abbiamo sbagliato?

  3. Giusy ha detto:

    Cara Candy Kills,hai colto proprio nel segno.Nonostante un\’appartenenza politica chiara e dichiarata, sei capace di inorridire di fronte alla tragedia delle foibe.Ecco cosa intendo per "fare politica": perseguire la verità, anche quando è scomoda, quando non ci fa uscire puliti dalla storia.Non importa da quale direzione si parte, l\’importante è che, attraverso percorsi eticamente corretti, si vada alla ricerca della verità, e che una volta trovata, si abbia il coraggio di non tacere.Politica è lucidità, apertura verso la posizione dell\’altro soprattutto quando è lontana o opposta alla nostra.Politica è assoluta mancanza di integralismo, che chiude gli occhi e le orecchie di fronte all\’urlo di disperazione di chi non ha avuto giustizia.Anche a causa di quel silenzio.

  4. Giusy ha detto:

    Qui a Brindisi, tra il \’43 e il \’45, sono giunti moltissimi esuli fiumani, istriani, dalmati.La città, certamente non ricca, che a fatica cercava di risollevarsi dagli esiti disastrosi di una guerra perduta, ha trovato spazio e cuore per accoglierli. Mia nonna diede una stanza della sua casa ad una famiglia fiumana, mio padre ha avuto compagni di scuola e di giochi numerosi giovani esuli, costretti a lasciare per sempre la loro terra.Da noi non si sono sentiti italiani di serie B come in altre regioni, ma si sono integrati perchè riconosciuti come compatrioti.Quando sono giunti i profughi di un esodo più recente, quello degli Albanesi, la città si è rimboccata le maniche ed ha ravvivato la tradizione di accoglienza che l\’ha sempre contraddistinta, meritando una Medaglia al Valore…Spero vada in porto il viaggio ad Auschwitz che stiamo organizzando con la scuola. E\’ una sfida: voglio proprio vedere se un\’esperienza simile riesca a risvegliare quel senso della civiltà, del rispetto, dell\’umanità, che, sono convinta, si nasconde nelle pieghe dell\’anima dei giovani del nostro tempo."UOMO DEL MIO TEMPOSei ancora quello della pietra e della fionda,uomo del mio tempo. Eri nella carlinga,con le ali maligne, le meridiane di morte,t’ho visto – dentro il carro di fuoco, alle forche,alle ruote di tortura. T’ho visto: eri tu,con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio,senza amore, senza Cristo. Hai ucciso ancora,come sempre, come uccisero i padri, come ucciserogli animali che ti videro per la prima volta.E questo sangue odora come nel giornoQuando il fratello disse all’altro fratello:«Andiamo ai campi». E quell’eco fredda, tenace,è giunta fino a te, dentro la tua giornata.Dimenticate, o figli, le nuvole di sangueSalite dalla terra, dimenticate i padri:le loro tombe affondano nella cenere,gli uccelli neri, il vento, coprono il loro cuore".Salvatore Quasimodo

  5. rosy ha detto:

    …..guardando al passato …dovremo imparare tanto….ma purtroppo non è così….ancora oggi i diriti umani vengono calpestati….e la maggior parte del mondo resta in silenzio…..ci sono altri interessi più importanti che la vita e la dignità umana.Un abbraccio Giusy e buona serata.Rosy.

  6. MARGHIAN ha detto:

    Ieri mattina appena sono entrato in ufficio-E\’ un archivio di stato- ho abbassato le bandiere a mezza asta, come chiestomi il giorno prima. L\’ho fatto molto volentieri, perché questo servizio era in ricordo delle vittime delle foibe. Cio\’ che davvero mi inorridisce è ….proteggere il male negandone l\’esistenza o sminuendone gli effetti. Cio\’ è ancora piu\’ grave se viene da uomini di chiesa. "Negazionismo" o "riduzionismo" sui morti dell\’olocausto. Di queste cose il male si nutre. "la piu\’ grande astuzia del demonio è…far credere che non esiste". Giusy, io non so di chi è questa frase..ma è anche mia. Non tanto perché la pronunciai anni prima di sentirla, in una riunione di catechesi, ma perché… davvero è cosi\’. Ciao.//Guardero\’ sui "nativi d\’America.Marghian

  7. Giusy ha detto:

    Grazie a Candy, a Fausta, a Rosy, a Marghian per la loro sensibilità e per l\’attenzione che mi riservano, dedicandomi, attraverso i commenti, una parte del loro tempo…Spero di non deludervi mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...