10 ANNI SENZA FABRIZIO – VIVA VOCE

www.chez.com

Sono nato il 18 febbraio del 1940 a Genova Pegli, quindi Genova occidentale. Fu una colonia di peglini (o pegliesi) ad aver colonizzato Tabarca, in Tunisia. Intormo al 1700, mi pare che gli Arabi li avessero respinti coi forconi nel culo e quelli lì, prendendo il mare, la prima isola in cui si fermarono fu Carloforte. Allora si chiamava San Pietro eppoi è diventata Carloforte dove si parla infatti ancora il pegliese di quell’epoca […]

dustinthewind69.splinder.com

Ho fatto il classico al liceo comunale “Cristoforo Colombo”. A Genova ce n’erano tre di comunali: l’”Andrea Doria”, il “Cristoforo Colombo” e il “Mazzini”. Quest’ultimo era molto fuori zona, in periferia; per l’”Andrea Doria” c’era il problema di mio fratello che prendeva 10 anche in educazione fisica oltre che in filosofia e in italiano. Perciò non volendo rischiare confronti sono rotolato al liceo “Colombo” ch’era un po’ distante da casa però ero tranquillo che non mi si metteva in concorrenza con lui.

www.genoaclubforchildren.org

Al liceo studiavo il meno possibile. Riuscivo a racimolare la sufficienza perché ai professori ero simpatico. E, d’altronde, andare a scuola mi serviva quando, d’estate, cercavo di rimorchiare le ragazze alla Lucciola, una balera alla periferia di Asti. Mi presentavo come uno studente di Genova, il che fa sempre effetto, da quelle parti […]

www.millepapaverirossi.it

Ho fatto un po’ di tutto: ho frequentato un po’ di medicina, un po’ di lettere e poi mi sono iscritto seriamente a legge dando, se non mi sbaglio, 18 esami. Quasi laureato dunque […] poi ho scritto Marinella, mi sono arrivati un sacco di quattrini e ho cambiato idea […] dopo che Marinella l’aveva cantata Mina, eravamo nel ’65, io ero sposato da tre anni e lavoravo negli istituti privati di mio padre […]. Lavoravo lì non sapendo cos’altro fare, visto che di laurea non se ne parlava perché stentavo molto a studiare, insomma questa Canzone di Marinella, me la canta Mina, mi arrivano 600 mila lire in un semestre (somma davvero considerevole per quegli anni). Allora mi sono licenziato, ho preso armi e bagagli, moglie, figlio e suocero e ci siamo trasferiti in Corso Italia, che era un quartiere chic di Genova […]. Da quel momento ho cominciato a pensare che forse le canzoni m’avrebbero reso di più e soprattutto divertito di più.

www.anarca-bolo.ch

[…] a certa gente il fatto che mi sia innamorato di Dori dà un fastidio enorme.

Il mito è crollato!

Si è innamorato della bella ragazza, che credono oca e invece è più intelligente di me.

Basta poi che io abbia realizzato un disco come Rimini, malato di un allegrismo che non è mai stato mio, e allora per alcuni è come aver perso una gamba.

Vivere in coppia per me è necessario, ci si aiuta molto, si ha sempre uno specchio nel quale guardarsi […]. È una continua collaborazione, guai se non fosse così. Io sono abbastanza gregario poi come tipo di temperamento anche se per molte ragioni sono invece spesso costretto a diventare un solista. Lo noti anche dal fatto delle mie collaborazioni sempre più frequenti. […] Ho bisogno d’essere aiutato ecco, e non mi tiro indietro quando devo aiutare. Sono un individuo sociale anche se in un modo o nell’altro qualcuno invece mi considera un individualista. Ma non è mica tanto vero…

www.cultnews.it

Qualcuno (mi pare Majakovskij) ha detto

“Dio ci salvi dal maledetto buon senso”:

se tutti fossero normali e se fossero dotati esclusivamente di buon senso non esisterebbero gli artisti

e probabilmente

neppure i bambini.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

2 risposte a 10 ANNI SENZA FABRIZIO – VIVA VOCE

  1. Cinzia ha detto:

    Splendido pezzo, Auguri Giusy anche se in ritardo causa pc ballerino. Sempre un piacere leggerti

  2. Fausta ha detto:

    Anche per me De André è stato più che un mito…una persona che descriveva in musica tanti miei sentimenti, che mi affascinava con la musica e la voce….Aspetto la "serata DeAndré" domenica prossima a Che tempo che fa….Un caro salutoFausta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...