Pensiero sul cuscino

 

No comment

calamandrei2

La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare.

Resistenza

(…)Prima di tutto la scuola pubblica. Prima di esaltare la scuola privata bisogna parlare della scuola pubblica. La scuola pubblica è il prius, quella privata è il posterius. Per aversi una scuola privata buona bisogna che quella dello Stato sia ottima (applausi). Vedete, noi dobbiamo prima di tutto mettere l’accento su quel comma dell’art. 33 della Costituzione che dice così: "La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi". Dunque, per questo comma […] lo Stato ha in materia scolastica, prima di tutto una funzione normativa. Lo Stato deve porre la legislazione scolastica nei suoi principi generali. Poi, immediatamente, lo Stato ha una funzione di realizzazione […].

Lo Stato non deve dire: io faccio una scuola come modello, poi il resto lo facciano gli altri. No, la scuola è aperta a tutti e se tutti vogliono frequentare la scuola di Stato, ci devono essere in tutti gli ordini di scuole, tante scuole ottime, corrispondenti ai principi posti dallo Stato, scuole pubbliche, che permettano di raccogliere tutti coloro che si rivolgono allo Stato per andare nelle sue scuole. La scuola è aperta a tutti. Lo Stato deve quindi costituire scuole ottime per ospitare tutti. Questo è scritto nell’art. 33 della Costituzione. La scuola di Stato, la scuola democratica, è una scuola che ha un carattere unitario, è la scuola di tutti, crea cittadini, non crea né cattolici, né protestanti, né marxisti. La scuola è l’espressione di un altro articolo della Costituzione: dell’art. 3: "Tutti i cittadini hanno parità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinione politica, di condizioni personali e sociali". E l’art. 151: "Tutti i cittadini possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge". Di questi due articoli deve essere strumento la scuola di Stato, strumento di questa eguaglianza civica, di questo rispetto per le libertà di tutte le fedi e di tutte le opinioni […].

Discorso pronunciato da Piero Calamandrei al III Congresso dell’Associazione a difesa della scuola nazionale (ADSN), Roma 11 febbraio 1950

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Pensiero sul cuscino

  1. cielo ha detto:

    Non osavo chiederti un parere sull\’argomento… ma visto che hai proposto una riflessione…prova a passare dal blog di un\’amica http://silenziunitedstates.spaces.live.com/default.aspx Credo che sia interessante.Ciao

  2. ... ha detto:

    Cara Giusy,ti chiedi di che proporzioni sia l\’interesse per il tuo spazio?Bè,l\’invito alla riflessione è già di per se molto interessante e stimolante,e la delicatezza con la quale ti poni,è un abbraccio in cui ci si tuffa volentieri.Anche io non sono tanto avvezza al mondo telematico ma mi incuriosisce molto.Questo mondo virtuale,se usato con criterio,potrebbe essere un punto di ascolto,porsi domande per raggiungere una visione più ampia.Gli "effetti speciali" possono attirare e incuriosire chi di passaggio e indurlo a leggere, e la cura nella scelta dei dettagli,può trasparire personalità e ideologie.ma sono sicura che una persona di spessore come te non ne abbia di bisogno.
    Grazie a te per avermi invitata.
     
    p.s. spero di non aver fatto troppi errori prof…la grammatica non mi è amica e il mio vocabolario è alquanto misero…faccio quello che posso :))
    A presto.

  3. Katia ha detto:

    una cosa mi sono sempre chiesta…..perchè studiamo la storia, se le parole o le iniziative o le cose giuste fatte nel passato si dimenticano e invece le cose sbagliate si ripropongono?????forse dovremmo creare dei libri di storia degli interventi positivi di chi ci ha preceduto… magari fossero di sprone al prossimo a migliorarsi sempre e di più…che peccato….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...